topleft topright
Image



LA GRANDE BELLEZZA – LE INIZIATIVE DEL FESTIVAL NEL 2018

BANDO PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA DRAMMATURGIA PROROGATO

Per il 2018, anno Europeo del Patrimonio Culturale, il Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia, propone agli autori il tema sul rapporto tra narrazione, conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali e le Donne, al fine di attirare l’attenzione sui casi di Eccellenza al Femminile nel Patrimonio Europeo.
Il Premio è giunto quest’anno alla sua VI edizione.
Con il titolo Il Femminile nella Bellezza del Patrimonio Europeo, il Bando vuole indagare gli aspetti più importanti di questa relazione per stimolare una “narrazione” o “una drammaturgia”, utilizzando anche nuovi linguaggi transdisciplinari, digitali e le nuove tecnologie. I protagonisti sono: le Donne, la “narrazione”, il Patrimonio Italiano ed europeo dei Beni Culturali e la Memoria dalla cultura classica, alla storia dell’Arte Contemporanea.
Il Bando 2018 è stato presentato con eventi e iniziative in tutta Italia, tra cui:
– Museo Biblioteca dell’Attore di Genova, con Arianna Carossa, artista genovese, naturalizzata newyorkese;
– Università Federico II di Napoli con Angela di Maso, drammaturga;
– Università degli Studi di Padova, Ilaria Borletti Buitoni, già sottosegretaria Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

È stata fissata una nuova scadenza per la consegna dei testi, che dovranno pervenire via mail entro e non oltre il 10 novembre (bando e regolamento qui di seguito).

Scarica il Bando Premio Ipazia Nuova Drammaturgia 2018

 


PROSSIMO EVENTO

SABATO 21 LUGLIO
LA GRANDE BELLEZZA
SESTRI LEVANTE
L’INCANTO DI SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA

a cura di

COMUNE DI SESTRI LEVANTE – MEDIATERRANEO SERVIZI
PARROCCHIA S. MARIA DI NAZARETH
FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE – SCHEGGE DI MEDITERRANEO

L’EVENTO
Sabato 21 luglio 2018, Anno Europeo dei Beni Culturali, alle ore 21:30, i ruderi dell’antico Oratorio di Santa Caterina d’Alessandria, sito storico di Grande Bellezza a Sestri Levante, distrutto nel 1944 dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, ospitano con ingresso gratuito, la realizzazione, studiata appositamente per questa location, dello spettacolo teatrale che da 13 anni, in varie edizioni, con la partecipazione di straordinari attori e in oltre 40 città italiane, celebra la figura di MATILDE DI CANOSSA.
Lo spettacolo, guardando all’eccellenza della Santa Martire simbolo della Chiesa Cristiana in terra d’oriente, patrona di questo luogo d’incanto, mette al centro della narrazione una delle figure emblematiche del protagonismo della Donna nella Storia dell’umanità: Matilde di Canossa, la prima donna ad essere seppellita tra le tombe dei Santi in San Pietro.
A dare forma e parole alla rappresentazione della Vita Matildis, su un testo teatrale di Alma Daddario, con ideazione e regia di Consuelo Barilari, saranno due tra i più apprezzati attori della scena teatrale italiana: Edoardo Siravo e Alessandra Fallucchi.
La proposta di questo spettacolo vuole sottolineare la relazione tra la valorizzazione della Grande Bellezza di alcuni siti storici e di culto d’Italia e l’Eccellenza femminile nelle sue espressioni più alte.

CATERINA D’ALESSANDRIA MARTIRE E SANTA
Inoltre lo stesso giorno nella “Baia del Silenzio” di Sestri Levante, alle ore 18 nella sala dell’ex Convento dell’Annunziata, sede di Mediaterraneo Servizi, e adiacente all’Oratorio di Santa Caterina, ci sarà un incontro aperto al pubblico per la presentazione dello spettacolo al fine di ripercorrere, con ospiti e giornalisti, la storia e la presenza nell’arte a Sestri Levante di Santa Caterina di Alessandria V.M.
Incontro alle ore 18:00 con
Saluto: Valentina Ghio, Sindaco di Sestri Levante.
Introduce: Marcello Massucco, Presidente Mediaterraneo Servizi.
Conduce: Silvana Zanovello, giornalista Il Secolo XIX.
Partecipano: Pietro Landriani e Mario Marcone, Confraternita dei Disciplinati di Santa Caterina d’Alessandria; Don Luciano Smirni, Santa Maria di Nazareth, Stefano Bigazzi, giorn

alista La Repubblica.

Santa Caterina D’alessandria V.M.
Alessandria d’Egitto, secoli III-IV
…La troviamo raffigurata nella basilica romana di San Lorenzo, in una pittura dell’VIII secolo col nome scritto verticalmente… Ca/te/ri/na; a Napoli (sec. X-XI) nelle catacombe di San Gennaro, e più tardi in molte parti d’Italia, così come in Francia e nell’Europa centro-settentrionale…

Anton Maria MARAGLIANO (1734-1736)
Arca processionale dedicata a Santa Caterina di Alessandria V.M Chiesa di San Pietro in Vincoli – Sestri Levante

NOTA SULLO SPETTACOLO
La saga di Matilde di Canossa continua. Il personaggio cult a cui si ispira il Festival dell’Eccellenza al Femminile da quattordici edizioni, torna in una nuova forma e con una nuova storia. Tredici anni fa la storia del primo spettacolo su Matilde interpretato da Manuela Kustermann, che ha debuttato al Festival del Teatro Medievale di Anagni, ci mostrava la nostra eroina tra le mura della sua dimora tormentata tra il sentimento del senso di colpa e la necessita della guerra a cui il Potere la obbliga di fronte alle Crociate. Accanto a lei il suo biografo e confessore Donizone di Canossa interpretato da Roberto Alinghieri.
La Matilde che oggi 13 anni dopo mettiamo in scena con Alessandra Fallucchi ed Edoardo Siravo, come grande ritorno al personaggio di cui poco in realtà si è capito, è un’eroina vista nella sua giovinezza capace di dominare il presente di modificare e intervenire sulla realtà che la circonda padrona del proprio destino.
Il testo dello spettacolo è un breve dramma storico scritto da Alma Daddario, che ripercorre con immediatezza giornalistica le vicende di Matilde di Canossa, indomabile e solitaria guerriera, personaggio di grande spiritualità, lungimiranza politica e capacità diplomatica. Matilde riuscì a dominare un panorama politico complesso, dove nessuna donna mai aveva trovato spazio, tra battaglie feroci, guerre, tradimenti, scomuniche, rivalità fra re e imperatori e potere papale.
La messa in scena di Consuelo Barilari nella ricerca di un messaggio universale che dalla Storia medievale si rivolga a uomini e donne della contemporaneità, opera su due livelli, la narrazione storica e l’azione teatrale.

Edorado Siravo e Alessandra Fallucchi danno vita al racconto teatrale di un personaggio femminile trai più interessanti della Storia d’Italia dal Medioevo ai giorni nostri.
Alessandra Fallucchi passando dalla narrazione in terza persona all’interpretazione del personaggio dona a Matilde il fascino moderno e tormentato di una dark lady e la potenza drammatica di Giovanna d’Arco.

Edoardo Siravo, oltre ad essere fine dicitore dei versi di Vita Matildis, biografia in forma epica scritta da Donizone di Canossa, suo fedele confessore fino alla morte, incarna i protagonisti della vicenda di Matilde, Papa Gregorio VII ed Enrico IV il cugino, interpretando episodi memorabili della Storia Medievale, in un dialogo teatrale sempre avvincente e teso nella drammaticità del contrasto tra fede e ragione.

Scarica il Programma Iniziative 21 Luglio Sestri Levante


NAPULE E’… N’ATA STORIA – TOURNEE ESTIVA

PINO DANIELE e EDUARDO DE FILIPPO tornano in scena in
NAPULE E’…N’ATA STORIA

 

15 agosto – Magliano in Toscana per La Maremma di Pino

16 agosto – Sant’Andrea di Conza (AV)

18 agosto – Catona Teatro, Reggio Calabria

19 Agosto – Locri, XXVIII stagione teatrale della locride


Mariangela D’Abbraccio, protagonista dei palcoscenici internazionali, riporta in scena le parole e la magia dei due Maestri napoletani in uno spettacolo teatrale e musicale unico nel suo genere. 24 canzoni di Pino Daniele, tra cui Napule è, Je so’ pazzo, A me me piace o’ blues, Donna Cuncetta, , nel più grande tributo al cantautore dopo Pino C’è.

Prosegue il circuito dello spettacolo Napule è…n’ata storia, interpretato dalla straordinaria Mariangela D’abbraccio, prodotto da Schegge di Mediterraneo, creato e diretto da Consuelo Barilari.

Dopo l’anteprima al Festival delle Ville Vesuviane lo scorso anno con una tournée italiana in oltre 15 Teatri, lo spettacolo ha debuttato ufficialmente al Teatro Quirino di Roma nel Maggio 2018 ed è divenuto in poco tempo l’omaggio più atteso ai due Maestri del Teatro e della Musica della nostra tradizione: Pino Daniele e Eduardo De Filippo.

Con un intreccio drammaturgico tra musica, prosa, canzoni e poesia, Mariangela D’abbraccio è accompagnata sul palco dalla band Musica da Rispostiglio, Luca Pirozzi (Chitarra e Voce) Luca Giacomelli (Chitarre elettriche) Raffaele Toninelli (Contrabbasso) Emanuele Pellegrini (Percussioni) insieme al fisarmonicista Gianluca Casadei, in uno spettacolo travolgente cui non mancano emozioni e coinvolgimenti del pubblico.
Uno spettacolo che fa “sognare”, portando in scena un dialogo immaginario e onirico tra i grandi del ‘900 che hanno saputo omaggiare Napoli per la sua indiscussa fonte di ispirazione in tutte le forme artistiche.

Consuelo Barilari che vede uniti in una drammaturgia ad intreccio musica e teatro di Eduardo De Filippo e Pino Daniele attraverso la voce ed il corpo di una tra le più grandi artiste della scena italiana, Mariangela D’Abbraccio.

“Da questo processo, attraverso il corpo e la voce di Mariangela D’Abbraccio, tra frammenti e contributi d’immagini e visioni sulla poetica e la cultura di questa grande città, nasceranno ogni sera nuovi modi di sentire, nuove libertà di espressione e creatività. Ogni sera, con un lavoro di sintesi creativa, in un linguaggio metacognitivo, i grandi Maestri sono evocati in un dialogo tra giganti, nella realtà oggi impossibile. Mariangela D’Abbraccio li conobbe entrambe e oggi lei a pieno diritto è una loro icona e li rappresenta. Ogni sera, sulla scena, avviene davvero la magia dell’atto generativo della rappresentazione dove grande musica e teatro si fondono. E noi, ogni sera, siamo lì, umili di fronte a tanta grandezza, con commozione e stupore”.
Consuelo Barilari – Direttrice Artistica della Compagnia Schegge di Mediterraneo, ideatrice e regista dello spettacolo Napule è…n’ata storia, dirige Mariangela D’Abbraccio con cui è nata una proficua collaborazione già dal 2009.


SABATO 16 GIUGNO E’ IL BLOOMSDAY

Come ogni anno ritorna il Bloomsday nel centro storico di Genova. Anche il Festival dell’Eccellenza al Femminile sarà presente con due letture. La prima alle ore 22 presso la Stanza del Teatro  e a seguire la conclusione dell’evento alle 23 nella sede del Festival. 



Il progetto DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO, è l’iniziativa dedicata alla Scuola del Festival dell’Eccellenza al Femminile per l’anno 2018, realizzata a cura di Schegge di Mediterraneo con il Patrocinio di: Comune di Genova Municipio VII Ponente, Università degli Studi di Genova, MIUR Ufficio Regionale Scolastico, Società Dante Alighieri, in collaborazione con le Associazioni Cantieri Teatrali Dioniso, l’Amour Burlesque, e dedicata alle scuole d’istruzione superiore di secondo grado della Liguria per l’Anno Scolastico 2017/2018.
Hanno partecipato al Progetto un gruppo di circa 50 studenti del Liceo Umanistico Pertini e del Liceo Classico Mazzini di Genova, con un percorso formativo di Alternanza Scuola Lavoro di 80 ore, circa 30 incontri per tutte le discipline, realizzato da Gennaioa maggio 2018 presso le sale della sede del Festival dell’Eccellenza al Femminile.

Il progetto consiste in un percorso formativo per gli studenti sulla Divina Commedia destinato alla creazione ed organizzazione di un evento itinerante, culturale e di spettacolo, realizzato dagli studenti con il supporto di tutor di chiara fama e provenienti da tutta Italia, in tutte le fasi dei processi creativi, dalla scrittura alla messa in scena, e dei processi organizzativi dalla logistica alla comunicazione.

L’Evento conclusivo del progetto di Alternanza Scuola Lavoro si svolgerà in data 18 maggio 2018 e si svilupperà in forma itinerante con la partecipazione di studenti, attori, drammaturghi, allievi attori, scrittori, giornalisti, insegnanti in veste di lettori e voci recitanti nei luoghi più caratteristici del centro storico medievale della Città di Genova, con un programma rivolto alle scuole e alla cittadinanza tutta, con letture itineranti e mise en espace di brani e canti della Divina Commedia, al fine di traslare la figura di Dante al nostro tempo per dimostrarne l’attualità e la contemporaneità. Paolo e Francesca, Farinata degli Uberti, Pia dei Tolomei, il Conte Ugolino, Pier delle Vigne, Manfredi, San Bernardo, Taide.

PROGRAMMA Venerdì 18 maggio

Le stazioni, gli interpreti e gli episodi della Divina Commedia

Ore 10.30 Giardino di Palazzo Reale.
Introduce Alessandro Cavanna, Preside Liceo Umanistico Pertini. A seguire Inferno canto V – PAOLO E FRANCESCA proposto dagli studenti in chiave contemporanea attraverso il recente fatto di cronaca nera della coppia di amanti Teresa e Trifone.

Ore 11.30 Museoteatro della Commenda
Inferno canto XIII – PIER DELLE VIGNE proposto dagli studenti in chiave contemporanea attraverso il fatto di cyberbullismo del blogger LoganPaul.

Ore 15.30 Chiesa delle Vigne
Paradiso canto I – SAN BERNARDO in lettura con l’attore Armando De Ceccon che ha condotto i workshop del progetto.

Ore 16.00 Chiostro dietro il Coro delle Vigne
Purgatorio canto III MANFREDI in lettura con il prof. Enrico Parodi dantista.

Ore 16.30 Piazzetta inferiore Palazzo Spinola in Pellicceria
Inferno canto XVIII TAIDE’ in lettura con L’Associazione l’Amour Burlesque.

Ore 16.30 Teatro Altrove alla Maddalena
Inferno canto XXVI ULISSE in lettura con gli allievi attori della Scuola di Recitazione Cantieri Teatrali Dioniso.

Ore 17.00 Piazza della Posta Vecchia
Inferno canto XXXIII IL CONTE UGOLINO lezione/spettacolo con l’attore Armando De Ceccon che ha condotto i workshop del progetto

Ore 17.15 Piazzetta Cambiaso
Inferno canto X FARINATA DEGLI in lettura con il prof. Enrico Parodi dantista.

ore 17:30 bar La Lepre – Piazza della Lepre
Lettura dal Canto V del Purgatorio
PIA DE’ TOLOMEI

Ore 17.30 Scalinata Piazza della Meridiana
Inferno canto I LE TRE FIERE lezione /spettacolo con l’attore Armando De Ceccon che ha condotto i workshop del progetto

Incontro Conclusivo
Ore 18.00 Museo Diocesano
LE DONNE DI DANTE con la scrittrice Silvia Bragonzi, UniMi, autrice dell’omonimo libro.
Saluto Paola Martini, Curatrice Museo Diocesano;
Introduce Alessandro Cavanna, Preside Liceo Umanistico Pertini;
Letture e interventi con Consuelo Barilari, Armando De Ceccon, Giuseppe Manfridi, Patrizia Monaco, Elisa Prato.

PROGRAMMA Sabato 19 maggio
Genova Pegli
Ore 11. Sala del Municipio VII Ponente a Pegli
Incontro DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO Le donne nella Divina Commedia con la scrittrice Silvia Bragonzi, UniMi, autrice del libro LE DONNE DI DANTE.
Saluto Claudio Chiarotti, Presidente Municipio VII Ponente.
Introduce Mario Eugenio Predieri, Preside Liceo Classico Mazzini; Luigi Baldi, Insegnante; Fabio Campinoti, Insegnante.
Letture e interventi con Consuelo Barilari, Armando De Ceccon, Giuseppe Manfridi, Patrizia Monaco, Elisa Prato.


 

Dopo la tournee primaverile che ha toccato Sicilia (Enna e Carlentini), Molise (Agnone), Grosseto e Napoli,  Napule è…Milionaria con Mariangela D’Abbraccio, Musica da Ripostiglio e Gianluca Casadei, arriva per la primo volta a Roma

Lo spettacolo sarà al Teatro Quirino dall’ 8 al 10 maggio 2018 con repliche alle ore 21:00

Napule è…Milionaria è uno spettacolo nato da un lavoro di sperimentazione tra mondi affini di Teatro, Musica e Poesia che si cercano e si incontrano in scena, in un “dialogo immaginario tra i due Maestri Eduardo De Filippo e Pino Daniele. 24 canzoni di Pino Daniele eseguite dal vivo che, si intrecciano ogni volta con una poesia, un monologo, un frammento del Teatro di Eduardo e di altri importanti autori del ‘900 napoletano.

Lazzari FeliciTerra MiaChi Tene O MarePuorteme a casa miaVientoCammina Cammina’A vierno ‘o friddoBella ‘MbrianaAnimaSaglie SaglieDonna CuncettaAnna VerràNapul’é

Lo spettacolo si sviluppa sul piano delle immagini, grazie alle proiezioni e video scenografie che fanno riferimento al Cinema e all’Arte Figurativa del ‘900. Napoli è al centro di questo dialogo: trionfante, densa di contenuti, di luce, di ombre e contraddizioni.

…L’intreccio della loro poetica con la musica e le immagini “innesca” un processo a catena inarrestabile di senso e nuovi profondi significati, in un’onda continua e senza limiti di energia fino al punto in cui si vorrà spingere il desiderio di emozioni e conoscenza dello spettatore…

Mariangela D’Abbraccio sarà il 7 giugno sul palco dello stadio San Paolo di Napoli per portare il suo omaggio a Pino Daniele, nel più grande tributo live della musica italiana, “Pino è”.

Per info e prenotazioni

Biglietteria Teatro Quirino
tel. 06.6794585
Scarica il Volantino Napule è…Milionaria

Scarica la Scheda Artistica Napul’è…n’ata storia


 

 

Il 10 aprile ore 16,30 presso l’Aula Nievo di Palazzo Bo dell’Università di Padova avrà luogo la Presentazione della VI edizione del Bando del PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA DRAMMATURGIA, intitolata LA GRANDE BELLEZZA. Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo.
In quest’occasione verrà premiato Marco Schiavon, vincitore dell’edizione 2016.
All’incontro parteciperanno:

Ilaria Borletti Buitoni, già sottosegretaria Ministero dei Beni e delle Attività Culturali; Caterina Barone, Università di Padova Dipartimento Beni Culturali- DBC, Francesca Ghedini, professore emerito Università di Padova, Consuelo Barilari, Direttrice del Festival dell’Eccellenza al Femminile.

Ingresso gratuito

 


 

Napule è…n’ata storia spettacolo musicale con Mariangela D’Abbraccio, Musica da Ripostiglio e Gianluca Casadei, regia di Consuelo Barilari.

Lo spettacolo sarà per la prima volta a Napoli il 27 marzo 2018 alle ore 21:00 nell’ambito del programma di iniziative della 2° Edizione del Festival MANN – Muse al Museo organizzato presso il Museo Archeologico di Napoli. https://festivalmann.it/

Alle 18:30 presso la Sala del Toro Farnese del Museo Archeologico di Napoli si terrà un incontro di presentazione dello spettacolo con Mariangela D’Abbraccio e Consuelo Barilari. Conduce l’incontro Titta Fiore, giornalista de Il Mattino. Saluto dell’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Gaetano Daniele.

In questo nuovo progetto prodotto da Schegge di Mediterraneo, Mariangela D’Abbraccio, attrice, cantante e artista porta in scena un omaggio a due grandi Maestri: Eduardo De Filippo e Pino Daniele.
Uno spettacolo nato da un lavoro di sperimentazione tra mondi affini di Teatro, Musica e Poesia che si cercano e si incontrano in scena, in un “dialogo immaginario tra giganti”.
24 canzoni di Pino Daniele eseguite dal vivo che, con una tessitura drammaturgica emozionale, si intrecciano ogni volta con una poesia, un monologo, un frammento del Teatro di Eduardo e di altri importanti autori del ‘900 napoletano.

Lazzari FeliciTerra MiaChi Tene O MarePuorteme a casa miaVientoCammina Cammina’A vierno ‘o friddoBella ‘MbrianaAnimaSaglie SaglieDonna CuncettaAnna VerràNapul’é

Mariangela D’abbraccio e la band Musica Da Ripostiglio portano in scena un atto d’amore e di musica, che si sviluppa anche sul piano delle immagini, grazie alle proiezioni e video scenografie che fanno riferimento al Cinema e all’Arte Figurativa del ‘900.

Napoli è al centro di questo dialogo: trionfante, densa di contenuti, di luce, di ombre e contraddizioni.

…L’intreccio della loro poetica con la musica e le immagini “innesca” un processo a catena inarrestabile di senso e nuovi profondi significati, in un’onda continua e senza limiti di energia fino al punto in cui si vorrà spingere il desiderio di emozioni e conoscenza dello spettatore…

 

IL FESTIVAL A NAPOLI

Lo spettacolo inserito nella programmazione del Festival MANN – Muse al Museo fa parte delle iniziative del Festival dell’Eccellenza al Femminile a Napoli dal 27 al 29 marzo in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli per Marzo Donna 2018 – Lazzare Felici: la creatività delle donne per una città sostenibile.

Dopo aver affrontato il tema del viaggio nel 2017 l’anno del turismo sostenibile, nel 2018, l’anno europeo del Patrimonio Culturale, il Festival affronta, per Marzo Donna 2018, una riflessione sul tema del rapporto tra le Donne e i Beni Culturali, nel lavoro di conservazione, valorizzazione e organizzazione dei medesimi di cui le Donne si fanno carico in numero sempre crescente nel nostro paese. Da quest’analisi emergerà la stretta relazione tra il fattore Donna e il fattore Storia/Beni Culturali/Heritage. Il Festival di quest’anno vuole indagare gli aspetti più importanti di questa relazione e farne una “narrazione” al fine di attirare l’attenzione e l’attenzione sui casi di Eccellenza al Femminile.
Per Napoli il Festival dell’Eccellenza al Femminile propone la “narrazione” dei Beni Culturali attraverso le Donne, da diversi punti di vista, grazie alla interdisciplinarietà delle iniziative, e alla trasversalità degli argomenti: spettacoli, dibattiti, laboratori e conferenze, incontri con studiosi, artisti ed esperti realizzati nei Beni Culturali della Città, nelle Università nei luoghi della conservazione del Patrimonio.
Il Patrimonio e la Memoria dei Beni Culturali e Storici, dalla cultura classica, alla storia del presente nella “narrazione al Femminile” di questo Festival, sono protagonisti del percorso creativo e di vita di molte donne, nel desiderio delle Donne di sperimentazione del cambiamento… sempre.
Il Festival sulla bellezza dei Beni Architettonici e Culturali a Napoli attraverso lo sguardo delle Donne avrà per titolo NAPULE E’… N’ATA STORIA LA GRANDE BELLEZZA

Scarica Programma XIV edizione Festival Eccellenza al Femminile Napoli 2018

 


Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia – Presentazione Bando 2018

 

 

Ogni anno nel mese di marzo il Festival dell’Eccellenza al Femminile giunto alla sua XIV edizione organizza la presentazione del Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia e del Nuovo Bando con un titolo diverso e un nuovo argomento.
Dopo aver affrontato il tema del Viaggio nel 2017, Anno Europeo del Turismo, il Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia, nel 2018, anno Europeo per i Beni Culturali, coglie l’occasione per proporre agli autori che vorranno partecipare al nuovo Bando una riflessione sul rapporto tra narrazione, conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali e le Donne, al fine di attirare l’attenzione sui casi di Eccellenza al Femminile nel Patrimonio Europeo.

Da quest’analisi emergerà la stretta relazione tra il fattore Donna e il fattore Bellezza/Beni Culturali/Heritage, e l’importanza che ha questa relazione nella futura valorizzazione del Patrimonio, con la speranza che venga incentivata, in tutte le sue possibilità.
Il Bando di quest’anno con il titolo Il Femminile nella Bellezza del Patrimonio Europeo vuole indagare gli aspetti più importanti di questa relazione per stimolare una “narrazione” o “una drammaturgia”, utilizzando anche nuovi linguaggi transdisciplinari, digitali e le nuove tecnologie. I protagonisti sono: le Donne, la “narrazione”, il Patrimonio Italiano ed europeo dei Beni Culturali e la Memoria dalla cultura classica, alla storia dell’Arte Contemporanea.

Lunedì 19 marzo p.v. alle ore 17 presso il Museo Biblioteca dell’Attore si svolgerà la Tavola Rotonda Il Femminile nella Bellezza del Patrimonio Europeo/1 in occasione del lancio del nuovo Bando 2018 a cui saranno presenti artiste, curatrici, critici d’Arte, studiose protagoniste del rapporto con il Patrimonio, l’Arte e la conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali, per portare la loro personale narrazione del Femminile nel Patrimonio Europeo.

La nuova bellezza femminile prende nel lavoro dell’artista genovese – naturalizzata newyorkese Arianna Carossa le forme straordinarie di una relazione/confusione/fusione tra due singoli entità’ del mondo umano (creatore e curatore per esempio, in questo caso Carlo Antonelli che sarà in dialogo con lei) oppure animale ovvero quello organico (tra cui il cibo), alla ricerca di nuove e inedite meraviglie…

Questa Tavola Rotonda vorrebbe portare casi di eccellenza nella narrazione “al femminile” dell’Arte e dei Beni Culturali per stimolare nuovi argomenti e situazioni utili ai futuri autori che dovranno partecipare al Bando. Tra i partecipanti Eugenio Pallestrini, Presidente Museo Biblioteca dell’Attore, Silvana Zanovello, Presidente Giuria Premio Ipazia, giornalista, Carla Olivari Presidente Amici del Museo Doria, Maria Paola Profumo, già Presidente dei Musei del Mare di Genova, Stefano Bigazzi, giornalista, Virginia Monteverde artista e curatrice, Alessandra Gagliano Candela, Storica dell’Arte, Vice Dir. Accademia Ligustica di Belle Arti, Carlo Antonelli, Curatore Arte Contemporanea Museo Villa Croce, Arianna Carossa, artista italo-newyorkese.

In via di definizione la partecipazione di giovani artisti genovesi come Cristina Eco e altre…
________________________________________
Una Tavola Rotonda itinerante

In questa prima giornata al Museo dell’Attore a Genova avrà inizio una Tavola Rotonda intitolata Il Femminile nella Bellezza del Patrimonio Europeo che sarà itinerante nel tempo e nello spazio, nelle città italiane, e che continuerà in altre giornate e in altre città nel mese di marzo e aprile fino a settembre 2018.

Queste le date già fissate:

Napoli 29 marzo ore 15Università degli Studi Federico II Tavola Rotonda Il Femminile nella Bellezza del Patrimonio Europeo/2/Bando Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia. Con Mirella Barraco, Fondazione Napoli 99. Con Michele Stanco, UniNa; Laura Angiulli, regista; Angela di Maso, Critico Teatrale e drammaturga.
Padova 10 aprile ore 1630Aula Nievo Palazzo BO Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo/3/Bando Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia. Con Ilaria Borletti Buitoni, già sottosegretaria Ministero dei Beni e delle Attività Culturali; Caterina Barone, Università di Padova Dip Beni Culturali- DBC, Francesca Ghedini (professore emerito Università di Padova), Consuelo Barilari, Dir Festival dell’Eccellenza al Femminile.
A breve verrà fissata un’altra giornata a Genova per la Tavola Rotonda Il Femminile nella Bellezza del Patrimonio Europeo/4/Bando Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia.


FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE

LA GRANDE BELLEZZA

Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo

Narrazioni

24 febbraio – 25 novembre 2018

Dopo aver affrontato il tema del Viaggio nel 2017, Anno Europeo del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, il Festival dell’Eccellenza al Femminile nel 2018 affronterà una riflessione sul rapporto tra narrazione, conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali e le Donne, in linea con gli obiettivi dell‘Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Da quest’analisi emergerà la stretta relazione tra il fattore Donna e il fattore Bellezza/Beni Culturali/Heritage, e l’importanza che ha questa relazione nella futura valorizzazione del Patrimonio, con la speranza che venga incentivata, in tutte le sue possibilità. Il Festival di quest’anno vuole indagare gli aspetti più importanti di questa relazione e farne una “narrazione” in particolare destinata ai giovani e agli studenti al fine di attirare la loro attenzione sui casi di Eccellenza al Femminile nel Patrimonio Europeo.
I protagonisti delle iniziative del Cartellone 2018 presentato da Schegge di Mediterraneo sotto l’egida del Festival dell’Eccellenza al femminile sono: le Donne, la “narrazione al Femminile”, il Patrimonio italiano ed europeo dei Beni Culturali e la Memoria. Un percorso creativo, che va dalla cultura classica, alla storia del presente, nel desiderio di sperimentazione tipico della creatività che sta alla base della filosofia del nostro Festival.

Dal 24 febbraio al 25 novembre 2018 il Festival dell’Eccellenza al Femminile grazie alla interdisciplinarietà delle iniziative e alla trasversalità degli argomenti, affronterà la valorizzazione dei Beni Culturali nelle molteplici forme di “narrazioni al femminile”. La finalità è quella di far conoscere la tessitura e gli attori di queste narrazioni, con spettacoli, dibattiti, laboratori e conferenze, incontri con studiosi, artisti ed esperti da realizzare nei luoghi topici dei Beni Culturali della Città, nelle Università nei luoghi della conservazione del Patrimonio utilizzando anche i nuovi linguaggi transdisciplinari, digitali e le nuove tecnologie.

Breve descrizione del progetto
Schegge di Mediterraneo per la durata di 8 mesi, presenterà oltre 25 eventi a Genova ed altrettanti in altre città e regioni d’Italia: Napoli, Roma, Grosseto, la Sicilia nei paesi di Enna e Carlentini, il Molise, declinando La Grande Bellezza della Cultura italiana in chiese, musei, palazzi storici, vicoli e piazze, nei luoghi solenni e tra gli sfondi più scenografici delle nostre città. Nell’Anno Europeo dei Beni Culturali la lingua e la cultura italiana saranno al centro di questa grande iniziativa, che è pensata come un Festival diffuso nel tempo (da marzo a novembre 2018) e nello spazio (negli itinerari e siti storici di molte Città e Regioni italiane), dedicato al grande pubblico con particolare attenzione alle donne e ai giovani.

Le collaborazioni
MIUR, Museo Diocesano, Università di Genova – Dipartimento Scienze Umanistiche, Societa Dante Alighieri, Teatro Stabile di Genova, Museo Biblioteca dell’Attore, Università degli Studi Romatre, Università di Roma La Sapienza, WISTER, CENDIC, Scuola elementare G. Daneo, Teatro Hop Altrove, Liceo Statale S. Pertini, Accademia Ligustica di Belle Arti, Alliance Francaise, Liceo Classico Statale G. Mazzini, CUP Pegli, Associazione Culturale Cantieri Dioniso, Associazione Agenda del Teatro, produttori e ristoratori in via di definizione.

Breve storia del progettou
La Grande Bellezza nasce dal lavoro che Schegge di Mediterraneo porta avanti in molte regioni e città d’Italia dal 2001 per la valorizzazione dei luoghi storici e di archeologia industriale, con particolare attenzione al Medioevo, come i castelli Federiciani di Calabria, Puglia, Basilicata e Sicilia, anche nel Lazio e in Campania nella Costiera Amalfitana nell’entroterra di Benevento, a Napoli i resti di basiliche, forti, torri e luoghi legati agli Ordini Cavallereschi e all’esistenza dei Templari per cui ha creato e circuitato Festival, spettacoli teatrali site specific, con grandi impianti scenici anche itineranti e convegni di approfondimento degli argomenti presentati dagli spettacoli.
A Genova da 13 anni realizza in Musei, Palazzi storici e nel centro storico spettacoli teatrali e musicali, basti ricordare il 17 novembre 2017 con l’anteprima dello spettacolo DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO che ha visto protagonisti Moni Ovadia e Pamela Villoresi presso il Museo Diocesano.

Luoghi Museo dell’Attore, Sala Chierici/Biblioteca Berio, Palazzo, Ducale, Museo Diocesano, Palazzo della Commenda, Piazza delle Vigno, Piazza della Posta Vecchia…Palazzo Spinola in Pellicceria, Piazze, Piazzette e vicoli del centro Storico di Genova, Chiesa di San Pietro in Banchi, Oratorio di San Filippo. Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile.

Calendario Iniziative 
24 febbraio ore 10 La Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO. Workshop con Giuseppe Manfridi, drammaturgo. La Divina Commedia nella scrittura drammaturgica contemporanea.

28 febbraio ore 17,30 La Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile DEPRESSE NON SI NASCE. Incontro Come mai le donne si deprimono più degli uomini? Da Natalia Ginzburg a Elena Ferrante, anche le scrittrici ne parlano. Intervengono Silvia Neonato, giornalista e Paola Leonardi, sociologa e psicoterapeuta.

3 marzo ore 10 La Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO. Incontro con Patrizia Monaco, drammaturga. Scrivere un docudramma ispirandosi ai personaggi e alle loro vicende nella Divina Commedia.

10-11 marzo Sicilia (Carlentini ed Enna), 17 marzo Molise, 27 marzo Napoli, 17 aprile Grosseto, 8-9 -10 maggio Roma. Tour Spettacolo Teatrale NAPULE E’ N’ATA STORIA con Mariangela D’Abbraccio e Musica da Ripostiglio, regia di Consuelo Barilari. Uno sguardo femminile che fonde l’intelligenza e la passione del Teatro di Eduardo con la potenza espressiva della musica di Pino Daniele. 24 canzoni, le più belle…APPUCUNDRIA, CHI TENE O MARE, LAZZARI FELICI, JE SO’PAZZO, VIENTO, CAMMINA CAMMINA, A ME ME PIACE O’BLUES, DONNA CUNCETTA, ANNA VERRÀ, CHILLO É NU BUONO GUAGLIONE, NAPUL’É…
Ogni canzone s’intreccia con una poesia, un monologo, una scena del Teatro di Eduardo, che Pino Daniele tanto amava, al quale spesso si era ispirato nella sua poetica, insieme ad altri grandi autori del ‘900, coe Giuseppe Patroni Griffi. Con proiezioni e video scenografie che fanno riferimento a creazioni di artisti non napoletani come al Pulcinella di Emanuele Luzzati.

7-15-17-21 marzo ore 14,30 La Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO. Workshop di drammaturgia, lettura Dantis, propedeutiche alla messa in scena dello spettacolo itinerante. Con Giuseppe Manfridi, Armando De Ceccon, Patrizia Monaco, Consuelo Barilari,

19 marzo Museo Biblioteca dell’Attore LA GRANDE BELLEZZA. Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo. Tavola Rotonda Presentazione del nuovo Bando PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA DRAMMATURGIA VII edizione Con Giovanna Melandri, già Ministro Beni Culturali, Eugenio Pallestrini, Pres Museo Biblioteca dell’Attore, Stefano Bigazzi, giornalista, Silvana Zanovello, Presidente Giuria Premio Ipazia, Carla Olivari, vice Presidente Museo dell’Attore, Giuliana Manganelli, giornalista. Ingresso Gratuito.

24 marzo ore 14,30 La Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO. Incontro sulla scrittura per il giornalismo culturale e per lo spettacolo. Con Silvana Zanovello, giornalista.

27-29 marzo Napoli XIV edizione Festival dell’Eccellenza al Femminile LA GRANDE BELLEZZA. Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo dedicata al rapporto che lega le Donne alla conservazione e valorizzazione del Patrimonio Culturale.
27 marzo ore 21 Museo Archeologico di Napoli Spettacolo Teatrale NAPULE E’ N’ATA STORIA con Mariangela D’Abbraccio e Musica da Ripostiglio Regia di Consuelo Barilari.
• 5 incontri e Tavole Rotonde con giornaliste, storiche e scrittrici su Napoli e la narrazione dei suo Patrimonionio. Con Ritanna Armeni, giornalista, Paola Servillo, insegnate, Francesca Marone, docente, Wanda Marasco, scrittrice.

29 marzo Università Federico II Tavola Rotonda Presentazione del nuovo Bando PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA DRAMMATURGIA VII edizione Il Premio si inserisce, stimolare il dibattito tra addetti ai lavori e il pubblico del Teatro. Introduce Mirella Barraco, Fondazione Napoli 99.Con Michele Stanco, UniNa; Laura Angiulli, regista; Angela di Maso, Critico Teatrale e drammaturga.

4-7-14-17 aprile La Stanza del Teatro/Festival dell’Eccellenza al Femminile DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO. Laboratorio di scrittura propedeutico alla messa in scena, dell’omonimo spettacolo itinerante. Con Armando De Ceeccon, Giuseppe Manfridi, Consuelo Barilari,

10 aprile ore 16,30 Aula Nievo Palazzo BO Padova LA GRANDE BELLEZZA. Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo. Presentazione del nuovo Bando PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA DRAMMATURGIA VII edizione e consegna Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia al vincitore 2016 Marco Schiavon. Con Ilaria Borletti Buitoni, già sottosegretaria Ministero dei Beni e delle Attività Culturali; Caterina Barone, Università di Padova Dip Beni Culturali- DBC, Francesca Ghedini, professore emerito Università di Padova, Consuelo Barllari, Dir Festival dell’Eccellenza al Femminile. Ingresso gratuito.

14 aprile ore 16 Biblioteca Universitaria. IL PARADISO DIGITALE. Il digitale incontra Dante. Incontro. Con Camelia Boban, Wister/Wikipedia, Luca Toschi, Communication Strategies Lab Firenze. Dedicato ai giovani e alla Scuola. Ingresso gratuito.

19 aprile ore 16 Museo Navale di Pegli LA SCRITTURA NELLA BELLEZZA DEL PATRIMONIO EUROPEO Incontro con Lisa Ginzburg, scrittrice. Ingresso gratuito.

5 maggio ore 17 Palazzo Ducale. DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO, la Grande Bellezza della Lingua italiana. Conferenza Spettacolo. Con Franco Cardini, storico, Giuseppe Manfridi, drammaturgo e scrittore, Armando De Ceccon, attore,. Ingresso gratuito.

19 maggio ore 10-20.30 Spettacolo itinerante a stazioni DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO. Lo spettacolo sarà realizzato con la formula a stazioni/episodi con il pubblico itinerante. Sono previste 15 location o stazioni nel centro storico di Genova, in un percorso che partirà da Via Garibaldi verso il Porto Antico, da via Balbi, da una parte e via San Lorenzo dall’altra, avremo anche una location o stazione/episodio a Genova Pegli in Piazza Bonavino. Ogni stazione presenterà brani e passi della Divina Commedia in lettura o rappresentazione riportati in contesti elaborati drammaturgicamente e teatralmente. In ogni location sarà inoltre presente un punto di street food.
Durata: Lo spettacolo itinerante avrà inizio all’incirca alle ore 10,30, ogni stazione sarà creata come un evento autonomo della durata di circa 15/20 minuti
Partner: Il lavoro di preparazione è stato realizzato con i partner del progetto: 2 Scuole d’istruzione secondaria, la Societa Dante Alighieri, l‘Associazione Culturale Cantieri Dioniso, l’Associazione Agenda del Teatro, produttori e ristoratori in via di definizione.
Collaborazioni: Inoltre il progetto si avvale della collaborazione di massimi esperti quali: Giuseppe Manfridi, Patrizia Monaco e Lisa Ginzburg per la scrittura e l’adattamento, Armando De Ceccon attore, Consuelo Barialri, attrice e regista, per la preparazione degli interpreti alla lettura e recitazione della Divina Commedia. Per la Comunicazione dell’evento Giuliana Manganelli e Silvana Zanovello giornaliste, docenti UniGe ed esperti di informatica dall’Università di Firenze, per gli altri aspetti logistici e di comunicazione stampa e promozione dello spettacolo.
Gli stessi tutor saranno in scena per presentare o prendere parte alle diverse stazioni. Accanto ai giovani e agli esperti, in scena per leggere e interpretare Dante ci saranno giornalisti, insegnanti, lettori, appassionati e attori, i giovani attori delle scuole di recitazione per numero complessivo di circa 70 interpreti.
Luoghi: Gli episodi saranno realizzati a seconda delle esigenze sceniche, diverse per ogni stazione, su piccoli palchi, pedane, nei balconi dei palazzi, sui sagrati o all’interno delle chiese con allestimenti site specific.
Comunicazione smart: Sarà creata con gli studenti e la consulenza dei tutor specializzati sul web una mappa interattiva dell’itinerario strutturata come un ipertesto con finestre su informazioni storiche logistiche e sui personaggi e i riferimenti ai passi danteschi. e un blog creato dagli studenti.
Per la distribuzione sarà creata anche una mappa cartacea con uguali riferimenti logistici e il programma della giornata. Sarà creata inoltre per un accesso smart alla mappa un’applicazione (formulata come wikipedia) per smartphone da utilizzare per interagire dal cellulare con la mappa DANTE NOSTRO CONTEMPORANEO e inserire contenuti di arricchimento. Ingresso gratuito. Accompagneranno il percorso banchi ed esposizioni di prodotti per la vendita e la ristorazione.

17 – 25 novembre XV edizione Festival dell’Eccellenza al Femminile LA GRANDE BELLEZZA. Il Femminile nella bellezza del Patrimonio Europeo dedicata al rapporto che lega le Donne alla conservazione e valorizzazione del Patrimonio Culturale.
• 5 Spettacoli Teatrali e relativi incontri con le interpreti e registe italiane ed europee di maggio successo da Emma Dante, a Lina Prosa e Maja Kleczewska (Polonia) Ingresso a pagamento
• 10 Tavole Rotonde, Incontri e panel con la partecipazione di conservatrici dei Musei genovesi e nazionali storiche dell’Arte, filologhe e scienziate.
• 3 Premi dedicati alle donne in diversi settori impegnate nella Conservazione e Valorizzazione del Patrimonio Culturale e Artistico. Luoghi: Museo Dicesano, Chiesa di Sant’Agostino,, Sala Munizioniere di Palazzo Ducale, Palazzo della Commenda, Palazzo della Borsa, Teatro Duse, sede del Festival dell’Eccellenza al Femminile.

 
Area Riservata
Edinet - Realizzazione Siti Internet