topleft topright
Image



Armando De Ceccon

Workshop di lettura e narrazione

_MG_2512 1Sabato 6 e domenica 7 maggio

Orario: 1° giorno 11/16 2°giorno 15/20

ARMANDO DE CECCON

LA VOCE UMANA

Leggere per comunicare i sentimenti con il corpo e la parola

Il “lavoratorio” è rivolto ad aspiranti attori, insegnanti, studenti, scrittori, poeti che amano leggere e sviluppare un senso critico. Che amano dare senso alle parole, anche quando sembra non esserci . A tutti coloro che hanno interesse alla ricerca delle drammaturgie possibili contenute in una qualsiasi opera si presenti al nostro interesse, in forme diverse: Poesia / testo teatrale / romanzo/ quotidiano…Etc.
In questo caso si prenderà in esame il monologo Teatrale  ”La voce umana”, di Jean Cocteau, che tratta il tema della passione amorosa non corrisposta.

Imparare a leggere è fare drammaturgia. E’ un esperienza complessa, personale, e molto spesso poetica. Si sperimenterà un interpretazione, una tesi. Sporcandoci nell’ambiguità, inseguendo un senso che spesso porta fuori strada.
L’esercizio che propone il testo scelto, ci permette di saggiare e interpretare un ambiente interiore, affrontando una scrittura che è parente di Prust/Becket/Artaud, e al genere dell’assurdo. Letteratura impegnativa, in cui non siamo accompagnati, guidati da una grammatica convenzionale. Insieme alla comprensione di un mondo poetico, utilizzando gli attrezzi del mestiere dell’attore, si verificherà nell’immediato, attraverso la lettura e la forma del monolgo suggerita dal testo , come farlo diventare un intelligenza comunicativa.

Imparare a leggere è il primo passo per imparare a scrivere, per imparare a conoscersi, per imparare a imparare. A ricordare. E’ un percorso di autoeducazione della mente, per riconoscere sentimenti.
Per tentare di essere all’altezza della vita.

BIOGRAFIA
Diplomato all’Accademia Bottega Teatrale di Firenze diretta da Vittorio Gassman. hanno contribuito alla sua formazione di attore i laboratori di perfezionamento con Jeanne Moreau, Nikita Michalkov, Jean Paul Denizon, Emma Dante, E. Nekrosius, Adolfo Celi, Paolo Giuranna, Roman Viktiuc, Michail Butkevic, Kristian Lupa, Anatoly Vassiliev, Susan Batzon, David Larible, Luca Ronconi, Daniele Lucchetti, Frey Faust, Davide Enia.

Debutta con Giancarlo Sbragia e Carla Gravina al Teatro Antico di Taormina in Faust di J.W. Goethe (nel ruolo di Valentino). Incontra Peter Stein per Tito Andronico di W. Shakespeare (nel ruolo di Chirone)(Tournée Europea).
Nel 1993 Giorgio Strelher lo vuole per il ruolo di Tittanane nelle Baruffe Chiozzotte di C. Goldoni, che diventerà una delle esperienze artistiche più memorabili con 240 repliche e Tournée Europea. Con Egisto Marcucci torna in Sicilia al Teatro Greco di Siracusa debuttando con Discolos di Menandro (nel ruolo di Sostrato). Contemporaneamente si avvicina alla drammaturgia, alla regia e all’attività didattica e nel 1997 mette in scena Maschere d’amore al Teatro Colosseo di Roma. Successivamente con Giorgio Albertazzi e Maurizio Scaparro interpreta Jean in Casanova Comedien.
Nel 1999 inizia la collaborazione con Marco Bernardi allo Stabile di Bolzano che porta alla sua presenza nell’ Arialda di G. Testori, in Canto di Natale, e soprattutto nel Giardino dei ciliegi nel ruolo di Lopakin. Nel 2003 lo troviamo accanto a Valeria Moriconi ne La Nemica di Dario Niccodemi (nel ruolo di Roberto) con la regia di Mario Missiroli. Irene Papas lo sceglie per il ruolo di Ulisse in Ecuba di Euripide che viene presentato nel settembre dello stesso anno a Roma come evento in prospettiva delle Olimpiadi di Atene. Nel luglio 2004 al Festival di Spoleto, interpreta Amleto nell’Amleto in prova di R. Familiari accanto a Flavio Bucci con la regia di Mario Missiroli. Successivamente, sempre con M.Missiroli interpreta Charles nello spettacolo Victor, I bambini al potere di Vitrac, accanto a Paolo Bonacelli e Valeria Ciangottini con il Teatro Stabile della Sardegna nel 2004. Nel 2006 invece, per il Teatro Stabile dell’Abbruzzo, interpreta il ruolo di Tiresia nello spetttacolo Antigone di Bertold Brecht con la regia di Claudio Di Scanno . Per il Teatro Stabile del Veneto, nel 2007 interpreta Sior Bastian nello spettacolo” Una delle ultime sere di Carnovale” di Goldoni, con la regia di Pierluigi Pizzi. A Gennaio 2008 tournée accanto a Nicoletta Braschi nello spettacolo “Il metodo Gronholm” diretto da Cristina Pezzoli. 2009-2010 è nei “Demoni” di Dostowiesky regia di Peter Stain con tournee internazionale. 2014. “Rifiuti Umani”, testo, regia, interpretazione, per il Fringe La Mama, al Festival di Spoleto ..

Come VOCE RECITANTE ha partecipato a “Le martyre de Saint Sebastien” di Debussy, regia Pierluigi Pizzi, (Teatro La Fenice di Venezia), al “Wherter” di Pugnani, con il maestro Cesare Battistelli (Orchestra regionale Toscana), a “L’histoire du soldat” di Stravinsky, con il maestro Sergio Rendine. Più recentemente ai recital “LE RITALS”, e “SHOAH” del maestro Luciano Bellini, accanto a Piera Degli Esposti e Maddalena Crippa, con l’orchestra del teatro Marruccino di Chieti. Ha collaborazioni regolari il Conservatorio dell’Aquila, con il Maestro Sergio Lanzillotta, direttore dell’Orchestra “Sinfonietta“di Roma, partecipando come voce recitante all’interno dei concerti da lui organizzati. Recentemente ha lavorato per il Festival di musica contemporanea di Rieti con i compositori Lucio Gregoretti, Roberta Vacca, Fausto Sebastiani.
Da almeno 10 anni, per il particolare interesse alla poesia, all’interpretazione poetica dei testi, è spesso coinvolto nelle letture realizzate e condotte a Radio Vaticana da Laura de Luca, con cui partecipa nel 2015 al Festival di Fiuggi. A giugno 2013, è lettore interprete delle poesie, in una rassegna di poeti contemporanei, organizzata dall’Università Telematica E-Campus di Roma.

C I N E M A – T E L E V I S I O N E
Noto al pubblico televisivo per la sua partecipazione a Cento Vetrine e alla soap Vivere; protagonista di L’avvocato (televisione svizzare-italiana); ha lavorato nei primi anni della sua carriera per registi quali Francesco Maselli (Cronache del terzo millennio), Francesco Massaro (Provincia segreta), Gianfranco Albano (Il piccolo Lord) PUPI AVATI(AL E AL). 

Come FORMATORE TEATRALE nel 2012 realizza due laboratori di teatro per la Scuola Media “25 aprile” e per il Liceo Scientifico “Lanfranconi” di Genova. Dal 2001 al 2003 collabora con il Liceo Scientifico Martin di Latisana (Udine) all’interno del quale dirige tre laboratori con gli studenti, con adattamento e regia di tre testi (Le preziose ridicole di Molière, L’eroe di Achille Campanile, e Romeo e Giulietta di Luigi Daporto). Due di questi spettacoli vengono premiati al “Palio studentesco” di Udine. Nel 1997 dirige un laboratorio con attori bilingue a Monaco, sul testo “Sottotenente Gustl” di A. Shnitzler.

LA STANZA DEL TEATRO Via al Ponte Calvi 6/1 16124 Genova
Prenotazioni info@eccellenzalfemminile.it tel. 010-6048277
www.eccellenzalfemminile.it

Scarica le Info Workshop LA VOCE UMANA di Armando Ceccon

Scarica la Scheda Iscrizione La Stanza del Teatro

 
Area Riservata
Edinet - Realizzazione Siti Internet