topleft topright
Image



Disconnect Risultati

DISCONNECT

SCHEDA CONCLUSIVA E RISULTATI Edizione Pilota

La Scuola e la Rete contro la violenza di genere

disconnect_corretto

A cura di: Regione Liguria, Festival dell’Eccellenza al Femminile, Ordine dei Giornalisti della Liguria, Università degli Studi di Genova – Scuola di Scienza Umanistiche, Comune di Genova – Municipio di Sampierdarena, ASL/SERT Savona, Biblioteca Berio, Biblioteca Universitaria, Laboratorio Migrazioni Comune di Genova, FIDAPA, CSL (Communication Strategies Lab- Firenze), WISTER Women for Intelligent and Smart Territories, Istituto Alberghiero Nino Bergese, Liceo Classico e Linguistico Statale Giuseppe Mazzini, Istituto Tecnico Industriale Einaudi- Casaregis.

Il progetto nasce dall’esigenza dei soggetti che operano nella società, nelle scuole, nella comunicazione, nella promozione culturale e nelle iniziative di genere, di indagare, prevenire e contrastare il fenomeno la violenza di genere tra i giovani.
Gli ultimi anni si è assistito ad un crescendo di episodi di violenza in ogni luogo, per le strade, a scuola, nei luoghi pubblici, in discoteca, tra le mura domestiche. L’età delle vittime e degli aggressori si abbassa sempre di più e interessa trasversalmente tutti i ceti sociali.
E’ diventato necessario informare e sensibilizzare in modo diffuso ed adeguato le nuove generazioni, i formatori, coloro che si occupano di comunicazione, le famiglie per renderli più capaci di riconoscere, affrontare e fronteggiare ogni forma di violenza e prevenire il riprodursi di modelli comportamentali violenti.

Il progetto per un efficace contrasto alla violenza intende partire dall’indagine di questi fattori base:
• La comprensione dei pensieri e degli impulsi di chi agisce e di chi subisce violenza
• La conoscenza degli stereotipi e i modelli culturali a cui la violenza aderisce.

Questi stereotipi su cui prolifera il pensiero di atti violenti soprattutto nei giovani, sono trasmessi, il più delle volte inconsapevolmente, dai genitori ai figli, dalla scuola agli studenti attraverso strumenti culturali a volte semplici e apparentemente innocui.
I modelli di comportamenti violenti se non addirittura nella famiglia trovano spesso ispirazione diretta nel web, nelle immagini e nei video, nella pornografia in rete, nei social network, blog, che condizionano i pensieri e gli impulsi più profondi e inibiscono la capacità di provare empatia con l’altro/a e dare spazio ai sentimenti dell’amore.

L’obiettivo del progetto
• Favorire l’acquisizione di modelli relazionali “sani” e “responsabili” nei giovani e accrescere la consapevolezza della violenza di genere nei giovani
• Diffondere tra i giovani la cultura dei diritti delle donne e della persona e modelli di relazione basati sul rispetto

Finalità fondamentale del progetto
• Creare, un programma innovativo pensato per i giovani che promuova una cultura di genere “positiva”, attraverso i nuovi media, la scuola e la famiglia.
• Sviluppare in modo condiviso azioni sperimentali congiunte anche di sensibilizzazione della società.

Destinatari del progetto
• Alunni della scuola dell’obbligo
• Studenti degli Istituti Superiori
• Corpo docente
• Giornalisti della carta stampata e della rete
• Operatori culturali
• Le famiglie.

Eventi
• Lancio proposta Moduli formativi Laboratori territoriali Disseminazione
• Seminari di restituzione
• Periodo marzo – giugno 2016
• Luoghi
Genova e delegazioni. Edifici Pubblici, Scuole, Biblioteche, Università

Modalità di realizzazione
Costituzione di un Comitato Scentifico/Tavolo di Lavoro con i rappresentanti dei soggetti istituzionali e privati coinvolti nel progetto per la definizione dei materiali informativi da diffondere nelle scuole e l’identificazione dei luoghi più idonei in cui svolgere le attività aperte al pubblico.

Tre incontri previsti per il Comitato in occasione di

• Definizione della Campagna stampa e promozionale anche multilingue in occasione del mese della Donna marzo 2016 e definizione delle schede per gli studenti (metà febbraio 2016)
• Analisi delle schede compilate (aprile 2016)
• Elaborazione dei risultati del progetto e lancio della prima edizione per l’anno accademico 2016-2017 (giugno 2016)

Selezione e definizione di almeno 5 istituti scolastici in cui svolgere i laboratori territoriali e Individuazione di un insegnate referente per ogni istituto

Distribuzione di schede realizzate dal Comitato Scientifico sul tema agli studenti, ai docenti e ai genitori per sondare l’opinione rispetto ai pregiudizi e al livello della consapevolezza sul tema delle pari opportunità e discussione e focus group per la compilazione delle schede dopo le attività di laboratorio nelle classi

Il Comitato Scientifico composto da:
Angelo Capizzi, Dirigente Scolastico Bergese-Casaregis- Einaudi- Galilei, Alessandra Tirelli, Ref. Istituto Istruzione Secondaria Bergese, Lica Casali – Segretaria Ordine dei Giornalisti della Liguria (da confermare), Silvana Zanovello – giornalista, Chiara Frino – avvocato, Ilaria Caprioglio – Scrittrice, Consuelo Barilari Dir. Festival dell’Eccellenza al Femminile, Rachele Donini – Responsabile struttura Sert Savona,

Coordinatore progetto
Andrea Carozzi Festival dell’Eccellenza al Femminile

Restituzione da realizzare negli Istituti scolastici con seminari rivolti a tutti gli studenti/docenti delle scuole partecipanti per presentare i risultati derivati dall’analisi delle schede compilate.

Diffusione e promozione dei materiali presso le scuole, i luoghi di aggregazione giovanile e la cittadinanza

Campagna stampa e promozionale
• Diffusione del progetto sulla carta stampata regionale e nazionale (a cura del Festival dell’Eccellenza al Femminile in collaborazione con ODG)
• Comunicazione nella rete attraverso un numero maggiore possibile di siti web e blog
• Creazione di un blog del progetto (a cura del Festival dell’Eccellenza al Femminile in collaborazione con ODG)
• Documentazione (a cura delle RETI DI SCUOLE, con utilizzo di ICT)

Risultati attesi a fine progetto
• Miglioramento della sensibilizzazione al target giovanile (14 – 30 anni) sul tema della violenza di genere
• Rafforzamento del senso di protagonismo e del coinvolgimento attivo degli adolescenti nella definizione dei messaggi della campagna informativa


Scheda conclusiva e risultati

DISCONNECT

La scuola e la rete contro la violenza di genere

Edizione Pilota marzo-giugno 2016

Risultati rilevati a fine Progetto Pilota

1. Miglioramento della sensibilizzazione al target giovanile (14 – 19 anni) sul tema della violenza di genere, nelle scuole coinvolte nel progetto: Istituto Bergese, Casaregis e Einaudi, rilevato dagli insegnanti dopo la partecipazione al progetto.

2. Rafforzamento del senso di protagonismo e del coinvolgimento attivo degli adolescenti nella definizione dei messaggi lanciata dalla campagna DICONNECT, rilevato concretamente nella richiesta espressa dagli studenti degli Istituti Bergese e Casaregis di partecipare a futuro gruppo di lavoro su “peer Education”.

3. Monitoraggio dei processi avviati effettuato dalla Proff.ssa Alessandra Tirelli responsabile per l’istituto Bergese., in particolare in relazione alla PEER EDUCATION. Un gruppo consistente di alunni hanno espresso la volontà di sperimentare un gruppo di lavoro esperienziale di PER EDUCATION per il nuovo anno scolastico.

DISCONNECT RIMA PAGINA

METTICI IL CUORE ANCHE TU! RICONNETTITI ALLA VITA! – Il blog per seguire il progetto Disconnect

Il FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE dopo 10 anni di dibattito sull’argomento della violenza sulle donne mette a disposizione il suo know how e la rete di relazioni al servizio della scuola e dei territori, in un momento in cui il fenomeno sembra più preoccupante, soprattutto tra i giovanissimi.

Oltre alla ricerca delle soluzioni per sconfiggere il problema, il progetto propone la necessità di agire per prevenire la reazione a catena che il fenomeno produce.
Questo principio è il fondamento del progetto ed il valore aggiunto; il metodo prevede un doppio lavoro da una parte di analisi e dall’altra di strategia attraverso l’individuazione dei fattori positivi che comunque continuano ad esistere in ogni campo della vita reale e virtuale nella società e nel web. DISCONNECT si pone l’obbiettivo di stimolare il riconoscimento di questi valori positivi valorizzando l’educazione al sentimento, la comunicazione positiva e l’informazione, nella scuole, nelle famiglie e nei media.

Pivetti

DISCONNECT nasce dall’esigenza dei soggetti che operano nella società, nelle scuole, nella comunicazione di indagare, prevenire e contrastare il fenomeno della violenza di genere tra i giovani.

VERONICA PIVETTI testimonial del Progetto attrice e regista del film NE’ GIULIETTA NE’ ROMEO in uscita nelle sale. Il film insieme a VERONICA PIVETTI chiuderà il Progetto

In collaborazione con: Regione Liguria, Università degli Studi di Genova-Scuola di Scienze Umanistiche, Ordine dei Giornalisti della Liguria, Comune di Genova-Municipio di Sampierdarena, ASL/SERT di Savona, Biblioteca Berio, Biblioteca Universitaria, Laboratories Strategies Lab UniFi, WISTER Women for Intelligent and Smart Territories, Istituto Alberghiero Nino Bergese, Liceo Classico e Linguistico Statale Giuseppe Mazzini, Istituto Tecnico Industriale Einaudi- Casaregis.

Modulo 1 – Lunedì 14 marzo Ore 17 – Sala Chierici Biblioteca Berio

Tavola rotonda – DISCONNECT CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE
METTICI IL CUORE ANCHE TU
Presentazione del progetto. Saluto di Dino Frambati (Vice Presidente Ordine dei Giornalisti della Liguria) Presenta Silvana Zanovello (giornalista Il Secolo XIX). Con Consuelo Barilari (Festival Dell’Eccellenza al Femminile), Giovanna Badalassi, (statistiche di genere WISTER Roma), Ilaria Caprioglio (avvocato e scrittrice), Umberto Rapetto (Generale Guardia di Finanza gruppo Anticrimine), Rachele Donnini (psicologa, Sert di Savona), Chiara Frino (Avvocato), Angelo Capizzi (Preside Istituto Bergese Einauidi Casaregis). L’incontro vuole indagare sulla violenza di genere tra i giovani nelle scuole e in famiglia, con proposte formative e preventive che verranno approfondite nei singoli incontri del progetto DISCONNECT CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE.
Attraverso i dati statistici del fenomeno violenza di genere tra i giovanissimi di Giovanna Badalassi esperta di statistiche di Genere della rete Wister di Roma, Ilaria Caprioglio descriverà la fenomenologia della violenza nei social e nella pornografia in rete, che in età scolare colpisce i ragazzi provocando un danno irreparabile nello sviluppo della loro personalità. In questo quadro generale si inserisce la Peer Education come recupero di chi è stato colpito o è stato autore di violenza, grazie all’intervento dei peer educator formati dal SERT di Savona, giovanissimi educatori che svolgono attività formative verso i loro coetanei.
Ma quali sono invece gli interventi e le misure che la legge e la polizia postale possono adottare per contrastare la violenza in rete e nella scuola? Chiara Frino avvocato ed Angelo Capizzi (Preside di 4 Istituti d’Istruzione secondaria del ponente genovese) forniranno la testimonianza di quanto sia indispensabile il rapporto con la famiglia per tutelare e insieme fornire strumenti alle stesse famiglie e ai giovanissimi per contrastare la violenza di genere. Rivolto a insegnanti e famiglie.

Modulo 2 – Mercoledì 23 marzo Ore 17 – Centro Civico Buranello Sampierdarena – Sala Ottagonale
Incontro – SCUOLA SICURA E VIOLENZA DI GENERE
Saluto Maria Elena Buslacchi (Assessore alla Cultura Municipio di Sampierdarena). Con Chiara Frino (avvocato), Emma Pietrafesa (ricercatrice Wister), Alessandra Tirelli, sportello ascolto Istituto Alberghiero Bergese. Quali sono i diritti e i doveri di scuola e famiglia nei casi di violenza di genere a scuola e in rete. L’incontro fornisce informazioni su Social Network e sicurezza informatica per la famiglia spiegate da un’esperta internazionale delle nuove tecnologie. Analisi in chiave legislativa degli strumenti di difesa della privacy in rete e sui social network, focus sulle conseguenze di un utilizzo sbagliato delle piattaforme social in rete questi ed altri saranno gli argomenti dell’incontro. .Rivolto a insegnanti, giornalisti e famiglie.

Modulo 3 – Giovedì 7 aprile 2016 Ore 9.30 – Istituto Nino Bergese
Laboratorio territoriale PEER EDUCATION LA CULTURA DEL RISPETTO
Con Ilaria Caprioglio (scrittrice), Rachele Donnini Psicologa Sert Savona, con la partecipazione dei peer educator dalle scuole della Liguria.
La nuova frontiera della comunicazione tra i giovani e per i giovani è la peer education l’antidoto alla violenza e all’odio in rete, a scuola e sui social network. Un gruppo di Giovani peer educator formati dal Sert di Savona si interfaccia con gli alunni delle scuole per spiegare gli effetti negativi della violenza in rete e di come difendersi da attacchi mediatici e sociali.
Rivolto agli studenti

Modulo 4 – Venerdì 22 aprile Ore 10 – Istituto Nino Bergese
Incontro seminario LA COMUNICAZIONE GENERATIVA
Con Luca Toschi, Professore Ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, direttore del Communciation Strategies Lab dell’Università di Firenze
Educazione alla rete e al rispetto attraverso i processi di comunicazione generativa. Come i ragazzi possono utilizzare un libro (La comunicazione generativa) e un luogo in Rete (ComunicazioneGenerativa.org) per fare comunicazione, nel rispetto di se e degli altri e continuare a studiarla. Come è cambiata la comunicazione nel mondo di internet e dove sta andando il flusso comunicativo? Analisi sulla comunicazione e sui suoi effetti nella società in questo periodo storico di sovra informazione. Rivolto agli studenti .

Modulo 5Venerdì 22 aprile Ore 15 – Dipartimento di Scienze Umanistiche Università degli Studi di Genova
Incontro e presentazione del libro LA COMUNICAZIONE GENERATIVA
Con Luca Toschi, Professore Ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, direttore del Communciation Strategies Lab dell’Università di Firenze, Licia Casali segretaria dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria.
La comunicazione, forza generatrice della società contemporanea può portare messaggi positivi e valori condivisi? Come controllare il nascere e lo svilupparsi dei flussi comunicativi nell’era di interne? La risposta la fornisce il massimo esperto in Italia di evoluzione dei processi comunicativi. Luca Toschi l’uomo che ha studiato la Comunicazione Generativa presenterà il libro con l’analisi delle moderne tecniche di comunicazione. Rivolto a studenti universitari, giornalisti e docenti

Modulo 6 – Martedì 26 aprile Ore 17 – Biblioteca Universitaria di Genova
Seminario/presentazione del libro INTERVISTA A UN NARCISISTA PERVERSO
Con Cinzia Mammoliliti (criminologa) La Criminologa Cinzia Mammoliti esporrà le dinamiche che caratterizzano la psiche di un persecutore seriale autore di ripetuti atti di violenza, attraverso il suo ultimo libro Intervista a un narcisista perverso – viaggio nella mente di un sadico seriale. Analizzare il profilo del persecutore seriale, affrontare il tema della violenza di genere nei media e nei canali di comunicazione, riconoscere i comportamenti e gli schemi di chi è autore di atti di violenza rappresentano punti di partenza nel campo della prevenzione di atti di violenza di genere e uno strumento di difesa.
Rivolto ai docenti e giornalisti

Modulo 7 – Giovedì 5 maggio Ore 16 Scuola di Scienze Umanistiche- Università di Genova Seminario

DOPPIO SCATTO ALLA BELLEZZA. L’ EDUCAZIONE E PREVENZIONE ALLA VIOLENZA
Con Silvio Perrella, scrittore.
Lo stupore dei sentimenti attraverso le immagini e le parole di Doppio Scatto, un percorso di più linguaggi che Silvio Perrella e Maurizio Maggiani fanno dentro l’anima delle loro città Genova e Napoli. Dialogo di immagini, emozioni e sentimenti contrastanti si intrecciano per raccontare la bellezza, questo messaggio diventa lo strumento universale per entrare in armonia con l’altro. Dalla Comunicazione Generativa nasce la proposta di modelli alternativi di educazione all’ascolto delle emozioni positive e dei propri sentimenti. Educare i giovani alla bellezza per mettere in contatto le nuove generazioni con i propri sentimenti e le proprie emozioni. Laboratorio educativo artistico. Rivolto a studenti e docenti.

Modulo 8 – 6 maggio ore 10.30 – Istituto Nino Bergese – Incontro laboratorio per studenti

PIU’ SICURI IN RETE CONSAPEVOLEZZA E LIBERTA’ DIGITALE
Intervengono: Emma Pietrafesa ricercatrice WISTER, Chiara Frino, avvocato.
Come vivere più sicuri nel mondo virtuale e come gestire i comportamenti utili a difendere la privacy e la reputazione in Rete? La Rete ricorda, conserva a lungo termine tutto ciò che scriviamo, commentiamo e filmiamo per poi condividere. In Rete siamo ciò che condividiamo. Questo modulo è stato pensato per aiutare i giovani a Individuare regole di comportamento adeguate, all’interno dei social network per far si che si utilizzino gli strumenti di condivisione con consapevolezza e competenza senza correre rischi. Rivolto a studenti

Modulo 9 – Martedì 27 maggio Ore 10 – Teatro della Gioventùgiulietta e romeo

Giornata conclusiva
Incontro e dibattito con Veronica Pivetti attrice regista e testimonial del progetto

Proiezione del film NÉ GIULIETTA NÉ ROMEO.
Con Veronica Pivetti, Giovanna Gra (produttrice cinematografica)
e gli attori del film
Il percorso dell’adolescenza con le sue passioni e le sue sfide raccontato attraverso il linguaggio cinematografico.
La Pivetti la prof televisiva più amata dal pubblico italiano presenta l’adolescenza disturbata di chi nasconde la propria identità, un tema delicato di una sessualità incompresa, che la Pivetti racconta con toni brillanti da commedia.

Evento di chiusura del Progetto per presentare i risultati derivati dall’analisi delle schede compilate dai ragazzi dopo le attività di laboratorio nelle classi per sondare l’opinione rispetto ai pregiudizi e al livello della consapevolezza sul tema della violenza di genere.
La partecipazione alla giornata di chiusura è a Ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti.

Info e prenotazioni

FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE
Via Ponte Calvi 6, 1/d – 16124 Genova – Tel. 010 6048277
Coordinamento Andrea Carozzi
scheggemediterraneo@fastwebnet.it segreteria@eccellenzalfemminile.it
www.eccellenzalfemminile.it
Saranno rilasciati attestati di partecipazione 

Scarica la SCHEDA CONCLUSIVA E RISULTATI DISCONNECT Edizione Pilota

 
Area Riservata
Edinet - Realizzazione Siti Internet